Emre Tuç - Concorso Lagunando

Vai ai contenuti

Emre Tuç

DI VERSI VERDI > ISTANBUL
Ho 21 anni. Abito a Istanbul.
Sono studente all’Università Tecnica di Istanbul e studio Ingegneria Ambientale.
Mi piace viaggiare, guardare le partire di basket e passare il tempo con i miei amici.
Il mio sogno più grande è vivere in Italia in futuro e visitare ogni angolo d’Italia.
DI VERSI VERDI
POESIA
SENTIRSI VIVO



L'acqua scorre nei canali
I pesci galleggianti, le mosche gli uccelli.
Riempiamo la città giorno e notte
Quindi chi se ne frega di tutto questo?

Sempre difficile da mantenere
Ma se potessimo occuparcene?
Non vuole molto da noi
Ma fosse è possibile, significherebbe molto

Perché lo facciamo?
Non ci interessa affatto?
Come siamo così insensibili?
Siamo sempre stati in silenzio?

Abbiamo dimenticato che vivevano anche con noi?
Non ci importava di tutto questo?
Come va tutto adesso?
Non riuscire a sentirsi vivo ...

AMARSI

Se viaggiamo per il mondo
Se vediamo ogni pianura
Possiamo rinunciare alla nostra laguna?
Di amarla e vederla?

Se respiriamo profondamente
Se inspiriamo tutta l'aria dentro di noi
Se otteniamo ossigeno nel nostro corpo
Allo stesso tempo, un po 'd'amore

Il nostro amore per Venezia non è raccontato
Ma ha sempre risposto
Le acque scorrono tutt'intorno,
I fiori sbocciano in ogni strada.

Anche se stiamo un po' separati
Ci aspetta sempre.
Con la sue anatre, i suoi pesci,
Con aria e acqua purificate
Ci incontra vivi.


 L’INTERROGATIVO


Se il mondo ritorna, ancora una volta
Quindi se tutto si ferma, all'improvviso
Le persone non si fermano, le strade non sono vuote
Diciamo che rimaniamo in silenzio una volta
L'acqua non si ferma, gli uccelli non rimangono silenziosi.
Ho bisogno di sentire forse
Il suono del canale,
Il suono della natura.
Chi sapeva che sarebbe stato così,
Alla fine il canale rimarrebbe pulito e vuoto.
Certo, vogliamo che sia così
Non è vuoto ma è ancora pulito.
Non prestando attenzione alla maggior parte delle cose
Né l’aria ! Né l'acqua!
Creature viventi
Non gli importa di noi, gente.
È la cosa giusta?
Come esiste il canale?
Se  non c'è vita in esso,
Come è possibile la vita su di esso?   

VENEZIA



Una città nelle acque
Sono case, chiese meravigliose
Caffè e musei sono sempre pieni
Alla gente piace sempre viaggiare e vedere.

Il terreno è blu, il cielo è blu
L'acqua è a volte schiumosa, sono i motori delle navi
A volte si sporca, grazie ai turisti
Ma quanto è bello comunque.

Volgi il viso verso il sole
Lascia che la tua ombra cada a terra
Quando vaghi per le strade
Perché la città è meravigliosa

Vivi tutto magnificamente
Per altre creature senza danno,
Alla natura senza danno,
Ma non dimenticare mai domani...

Torna ai contenuti