Vincitori 2020 - Concorso Lagunando

Vai ai contenuti

Vincitori 2020

LAGUNANDO 2020
I VINCITORI DEL CONCORSO 2020
" Leggere lagune"
Poesia
PRIMO PREMIO
Elisabetta Liberatore
Elisabetta Liberatore

Opere:

Cosa rimane
.
Dibattito televisivo
.
Fuoco a Mare
.
L'equilibrista
.
Luogo antropologico


Bruno Pasetto

Opere:

Il gran segreto
.
Hauser-Albinoni adagio
.
Opera compiuta



Lucia Lo Bianco

Opere:

Amazzone
.
Non soffia il vento
.
Quiei giorni di Auschwitz
.
Ti aspetto dentro ai fiori
.
Sono una barca


" Isole della laguna"
Poesia
PRIMO PREMIO
Martina Penzo
Martina Penzo

Opere:

Nostalgia nella nebbia
.
Breve elogio in tuo onore



Piergiorgio Rossetto

Opere:

Burano
.
Mazzorbo
.
Murano
.
Torcello



Tiziana Zanutto

Opere:

Il mio là
.
I fenditori



" Isole della laguna"
Narrativa
PRIMO PREMIO
Silvano Visintin
Silvano Visintin

Opera:

Le campane della chiesa di S.Nicolò al Lido di Venezia



Paola Pozzolo

Opera:

Mal scuro



Michele Zanetti

Opera:

I moriglioni di Nane



"Orti dei Dogi"
Narrativa
PRIMO PREMIO
Silvano Visintin
Silvano Visintin

Opera:

Le ceneri di Pirandello: il romanzo scritto post-mortem



Maurizio Impallomeni

Opera:

Agron



Lucia Lo Bianco

Opera:

Le Donne lo dicono



" I Liopiccoli"
Narrativa
PRIMO PREMIO
Aurora Vannucci
Aurora Vannucci

Opera:

Le tre esse



Gaia Lo Monaco

Opera:

La casa diroccata



Carmen Dalla Costa

Opera:

Il paradiso



"Orti dei Dogi"
Romanzo
PRIMO PREMIO
Angelo Coco
Angelo Coco

Opera:

Notturno Veneziano


Motivazione:

Molto interessanti, in questo romanzo, trama e composizione narrativa.
Prende avvio dall'omicidio di una contessa veneziana e dalla contestuale sparizione di un quadro, opera di uno sconosciuto pittore, esposto nel suo palazzo (quadro che rappresenta appunto un notturno veneziano).
La scrittura si presenta scorrevole e avvincente, capace di incuriosire e coinvolgere, abile anche nella caratterizzazione dei personaggi e nella contestualizzazione nell'ambiente veneziano, richiamato anche all'attenzione dalle citazioni di personalità mitiche, come ad esempio Casanova.



Davide Rubini

Opera:

I recidivi


Motivazione:

Romanzo molto interessante, storia di giovani e dei loro sbandamenti.
 
La trama è in grado di incuriosire il lettore, sostenuta com'è dalla buona originalità delle scelte espressive e dall'adeguata rappresentazione scenica, compresa l'alternanza nei capitoli degli angoli visuali dei protagonisti. Nitida la presentazione dei tre protagonisti, in particolare quella dello sloveno Miran, anche dal punto di vista caratteriologico e dell'approfondimento psicologico.

Laura Calderini

Opera:

La ragazza dalla pelle d'uovo


Motivazione:

Romanzo molto interessante che si sviluppa su vari piani temporali ed è condotto con originale coerenza ideativa e narrativa. La trama, sostenuta da un'efficace abilità della rappresentazione scenica, si evolve con buona capacità di incuriosire il lettore fino al finale decisamente sorprendente. L'insieme è reso interessante anche dal gioco realtà/commedia con quel che ne consegue.

Daniele Morgese

Opera:

I negativi


Motivazione:

La giuria conferisce la “menzione d'onore” al romanzo “I negativi” per l'originalità della trama e per la sua interessante composizione narrativa che desta nel lettore, anche mediante l'abilità nella rappresentazione scenica, curiosità e interesse.
La scoperta di un figlio, della più complessa verità sulla vita e sui sentimenti del proprio padre suicida, porta ad approfondimenti psicologici importanti, evidenziati dalla puntuale e funzionale utilizzazione dei mezzi stilistici ed espressivi.
"DIVERSI VERDI"
Sezione speciale
PRIMO PREMIO NARRATIVA
GAMZE ARAYAN
Gamze Arayan

Opera:

Il sole scalda tutti


Motivazione:

Racconto originale per la sua fantastica simbologia, sostenuta da un comporre narrativo fluido ed insieme coerente, nello sviluppo del tema del rapporto uomo/natura, affrontato con sicura moralità.

PRIMO PREMIO POESIA
RUHIYE CANSU INCE
Ruhiye Cansu Ince

Opera:

Il sogno di Myra


Motivazione:

Poesia che ha la capacità di coinvolgere efficacemente il lettore, vuoi con il suo svelare a poco a poco la trama, vuoi col suo ritmo reso musicale da rime e consonanze sapientemente collocate e poi anche con lo svelarsi di un messaggio sui gravi danni alla natura della nostra modernità mediante l'uso di una sintassi ritmica che sovente sfrutta l'anticipazione dell'oggetto.

Torna ai contenuti